Scopriamo il ruolo prezioso dei fermenti lattici probiotici

In caso di squilibri intestinali o per contribuire a conservare il benessere intestinale, entrano in gioco i fermenti lattici ad azione probiotica. Si tratta di batteri “buoni” i quali, ingeriti per bocca, svolgono funzioni benefiche per il nostro intestino e il nostro organismo. Vediamo insieme come i fermenti lattici probiotici possano contribuire all’equilibrio della flora batterica intestinale, che può essere alterata.

Come funziona il nostro intestino?

Il nostro intestino è popolato da una grande quantità di microrganismi, in parte benefici e in parte potenzialmente dannosi, che coesistono in equilibrio tra loro e con il nostro organismo (eubiosi).

Ciascuno di noi, nel corso della propria vita, sviluppa una microflora batterica intestinale personale, unica, che ci identifica proprio come accade con le impronte digitali. Ogni persona possiede quindi una propria, personale impronta digitale batterica, o fingerprint batterico, diversa da chiunque altro perché influenzata da singole variabili individuali (ad esempio etnia, luogo in cui si vive, abitudini alimentari e stile di vita).

I batteri che popolano l’intestino sono numerosissimi, vari e diversi per ceppi, specie e genere, e svolgono numerose funzioni importanti per il benessere generale del nostro organismo, ad esempio:

  • Cooperano con il nostro sistema immunitario creando una barriera contro i patogeni.
  • Contribuiscono ad assorbire e produrre nutrienti come vitamine e minerali, di cui talvolta siamo carenti.
  • Rilasciano molecole utili per l’equilibrio intestinale.

Può succedere che l’equilibrio intestinale si alteri, con una conseguente modificazione della microflora intestinale. Questa condizione può dare luogo a disturbi intestinali di vario genere. I principali fattori che possono provocare un’alterazione della flora batterica dell’intestino con conseguente disbiosi sono, ad esempio:

  • Alimentazione poco equilibrata, ricca di grassi e povera di fibre;
  • Consumo frettoloso dei pasti e ingestione di aria (aerofagia);
  • Stress;
  • Sedentarietà;
  • Uso eccessivo di farmaci.

Quando è utile assumere fermenti lattici?

In tutte le situazioni di disbiosi intestinale e per mantenere un corretto equilibrio intestinale anche in condizioni di salute è consigliabile assumere fermenti lattici ad azione probiotica. Si tratta di batteri vivi e vitali, ad azione benefica, in grado di equilibrare la fisiologica flora batterica intestinale, che può essere alterata, e che ha un importante ruolo sulla barriera intestinale e sul sistema immunitario:

  • Inibisce i microrganismi dannosi;
  • Migliora la barriera intestinale: ad esempio produce la mucina, che riveste la parete intestinale, e produce sostanze che permettono alle cellule intestinali di funzionare al meglio;
  • Stimola il sistema immunitario;
  • Svolge un’azione benefica sulle pareti intestinali.

Dato che la microflora intestinale varia da persona a persona e che i batteri presenti nel nostro intestino sono numerosissimi e differenti per ceppi, specie e genere, come abbiamo visto, è importante assumere prodotti contenenti fermenti lattici di diversi ceppi, specie e genere perché agiscano in sinergia e con una maggiore probabilità di colonizzare l’intestino, integrare i microrganismi mancanti e contrastare i patogeni.

L’utilizzo dei fermenti lattici tra i consigli di benessere e salute generale, oltre che intestinale, è particolarmente indicato in alcune situazioni, come ad esempio:

DURANTE E DOPO LA CONCLUSIONE DI UNA TERAPIA ANTIBIOTICA

Gli antibiotici sono sostanze in grado di eliminare i microorganismi nocivi, e vengono prescritti dal medico in varie situazioni. Per farlo, però, non agiscono in maniera selettiva, ma possono attaccare anche i “batteri buoni” presenti nella flora batterica intestinale, favorendo un suo squilibrio e promuovendo l’insorgenza di alcuni disturbi come ad esempio la diarrea. Dunque, una integrazione a base di fermenti lattici è spesso consigliata per contrastare gli effetti a livello intestinale di una cura con antibiotici.

PRIMA, DURANTE E DOPO UN VIAGGIO

Quando andiamo in vacanza o dobbiamo spostarci per lavoro, capita che la nostra routine cambi (diverse abitudini alimentari, variazioni di orario, clima). Ciò può influire sulla nostra naturale regolarità. Per questa ragione, è consigliabile iniziare ad assumere fermenti lattici prima del viaggio, durante il soggiorno e anche al nostro ritorno.

IN CASO DI IRRITABILITÀ INTESTINALE

Spesso si parla di colon irritabile. Periodi di stress, cambiamento delle abitudini alimentari, stile di vita irregolare e frenetico possono causare irritabilità intestinale e dare luogo a diarrea/stitichezza, gonfiore addominale e meteorismo. In queste evenienze, è possibile contribuire a equilibrare la flora batterica intestinale con l’aiuto dei fermenti lattici.